La posizione dell'orchidea sul riscaldatore - sta riscaldando l'aria dannosa?


In Questo Articolo:

Scarpa da donna con paphiopedilum e scarpetta da donna

Una delle più note - e probabilmente la più popolare - orchidee da interno è la Phalaenopsis. Si riferisce anche a farfalla o orchidea di falena ed è disponibile in molte varietà variegate. La Phalaenopsis è considerata estremamente facile da curare e può essere facilmente coltivata sul riscaldatore in inverno - a condizione di garantire un'umidità sufficiente. Altre specie di orchidee famose e di facile manutenzione che non si preoccupano di riscaldare l'aria se adeguatamente trattate sono, per esempio:
  • Odontoglossum (temperatura ottimale tra 18 e 24° C)
  • Cattleya (temperatura ottimale fino a 30° C)
  • Paphiopedilum (scarpa femminile o Venere, temperatura ottimale tra 15 e 25° C)
  • Oncidium (temperatura ottimale tra 18 e 22° C)
  • Miltonia o Miltoniopsis ("Pansy Orchid", temperatura ottimale a circa 20° C)
  • Cambria (incroci facili da pulire di varie specie, non superiore a 25° C)
  • Cymbidium (per il davanzale delle finestre solo le varietà più piccole sono adatte, hanno bisogno di oltre il 60% di umidità)
Suggerimento: Molte orchidee hanno bisogno di temperature un po 'più fresche durante l'inverno - a seconda della specie tra i cinque ei dieci gradi di differenza - in modo che fioriscano di nuovo nella stagione successiva. Abbassare leggermente il riscaldamento durante la notte e controllare la temperatura desiderata con un termometro interno.

Queste orchidee si sentono più a loro agio in una vetrina

Ci sono, tuttavia, un certo numero di orchidee che non si sentono a proprio agio sul davanzale e nella migliore delle ipotesi hanno bisogno di un ambiente ben temperato e ben illuminato. Questi esemplari si sentono protetti in un terrario (coperto) o in una vetrina di piante più comode. Un noto (e popolare) esempio di tali esemplari più sofisticati sono le orchidee Vanda ("Ascocentrum"), che nella migliore delle ipotesi sono mantenute in un vaso di vetro senza substrato.
Suggerimento: Certo, le orchidee più esigenti non devono necessariamente essere in una vetrina o in un acquario. Si dovrebbe solo non si coltivano direttamente sopra un termosifone - in una posizione diversa nella stanza si sentono più confortevole in ogni caso, a meno che non si fornisce con una luce impianto per la luminosità sufficiente.

Per questo motivo le orchidee preferiscono i sistemi di riscaldamento centralizzato piuttosto che i caminetti

Fino a circa 40 anni fa, molte famiglie non avevano il riscaldamento centralizzato. Invece, c'era una stufa in maiolica in ogni stanza, per lo più in un angolo fuori dalla finestra. Queste stufe sono difficili da trovare in questi giorni - invece, grazie all'aumento dei costi di riscaldamento, i caminetti a legna hanno festeggiato un risveglio negli ultimi anni. Se una stanza viene riscaldata principalmente da un forno o da un caminetto, non dovresti coltivare orchidee.
Le temperature nelle stanze riscaldate dal caminetto variano notevolmente e sono anche difficili da controllare, condizioni che le orchidee non sono in grado di sopportare affatto. Invece, è necessario un ambiente di temperatura più o meno costante con temperature leggermente inferiori durante la notte. Per questo motivo, un sistema di riscaldamento centralizzato più facile da controllare è generalmente raccomandato per la coltura di orchidee.

Come riconoscere che la tua orchidea è a disagio con il riscaldatore

Lady's Slipper Orchid Cypripedium Paphiopedilum

Con una cura adeguata e un'umidità sufficiente, molte orchidee possono essere coltivate sopra il riscaldatore. Tuttavia, se noti uno dei seguenti motivi, la tua copia della posizione selezionata non è gradita:
  • L'orchidea non fiorisce
  • i boccioli già formati vengono scartati
  • L'orchidea è infettata da lana o cocciniglie
In particolare, un'infestazione da pidocchi di lana e la perdita di gemme (da non confondere con i fiori già sbiaditi che scartano!) Sono una chiara indicazione di aria interna troppo secca. Entrambi i problemi possono essere risolti se si aumenta in modo significativo l'umidità. Tuttavia, la pianta non ha nemmeno i boccioli - d. h. non fiorisce - di regola, il giorno e la notte mancanti cambiano o in alcune specie, la mancanza di letargo la causa. La Phalaenopsis molto spesso coltivata, ad esempio, ha bisogno di temperature un po 'più fresche durante la notte che durante il giorno - solo allora produce nuovi fiori.
Suggerimento: Se le tue orchidee lasciano cadere le foglie flosce, ci sono problemi con il rifornimento d'acqua dietro di loro. In questo caso, hai innaffiato le piante troppo o troppo poco. Tuttavia, questo fenomeno non ha nulla a che fare con il riscaldamento o l'aria della stanza troppo secca.

Alta umidità - ma solo moderatamente irrigazione!

Molti amanti delle piante con orchidee malate commettono l'errore di confondere la richiesta di umidità più elevata con un intervallo di colatura più frequente. L'esatto contrario è il caso! Mentre molte specie di orchidee durante i mesi DERS Ummer devono essere versati una settimana circa una volta, hanno bisogno di meno acqua in inverno - è necessario da ottobre a marzo solo una volta ogni dieci a 14 giorni, con orchidee fresche svernamento ancora più rari - raggiungere per l'irrigazione. Come regola generale, più l'orchidea è scura e più fredda, meno acqua ha bisogno. La ragione di questo è il metabolismo di spegnimento della pianta: le radici assorbono molta meno acqua e meno acqua evapora attraverso le foglie.
Suggerimento: Non attenersi ai rigidi ritmi di lancio, ma controlla prima di ogni irrigazione, se il regalo è effettivamente necessario. Sollevare l'orchidea dalla pentola e sentire le radici oil supporto: in caso di umidità residua non è necessario versare ancora. Le specie coltivate senza substrato e epifite (cioè le piante seminate) non vengono versate comunque, ma semplicemente spruzzate.

Ecco come si sentono le tue orchidee sul riscaldatore

Anche se è necessario innaffiare le orchidee meno in inverno, hanno bisogno di un'umidità di almeno 60° C, alcune anche di più. Tuttavia, l'esperienza ha dimostrato che un riscaldatore funzionante asciuga l'aria ambiente - in ambienti riscaldati con temperature tra 20 e 22° C, l'umidità è raramente superiore a 40° C. Se riscaldi le tue stanze di orchidea ancora più calde, l'umidità è ancora più bassa. Questo, a sua volta, non soddisfa le piante e iniziano a far male - se non muoiono immediatamente. Affinché le orchidee rimangano in salute, è necessario aumentare artificialmente l'umidità. Ci sono diverse opzioni per questo:
  • Asciughi il bucato nell'appartamento (non consigliato, incoraggia la muffa nell'appartamento)
  • Installazione di un umidificatore (elettrico o un recipiente collegato al riscaldatore con acqua)
  • Ciotole di evaporazione sul davanzale della finestra
  • Shell di Windows in cui sono posizionate le orchidee direttamente
  • spruzzatura regolare delle orchidee con acqua calda stanza (più volte al giorno)
Suggerimento: La frequente ventilazione di ventilazione (riscaldamento spento, finestra aperta per dieci minuti) aumenta anche l'umidità e garantisce anche la sostituzione dell'aria utilizzata. Gli esperti consigliano di ventilare in questo modo almeno due o tre volte al giorno durante i mesi invernali per evitare la muffa in casa. Tuttavia, la brutta copia a freddo non ama le piante sensibili come le orchidee, motivo per cui dovresti metterle in una stanza diversa per un breve periodo prima di ventilare.

Ecco come si realizzano i davanzali delle finestre per le tue orchidee

Lady's Slipper Orchid Paphiopedilum

Per aumentare l'umidità delle orchidee coltivate sul davanzale, i gusci dei davanzali hanno dimostrato di essere particolarmente efficaci. Qui, l'umidità viene aumentata solo localmente fino al livello desiderato, in modo che l'impianto tragga benefici direttamente da esso. È possibile acquistare l'attrezzatura appropriata nel commercio (costi in base alla dimensione e al materiale: da 15 a 20 EUR), ma anche relativamente facile da costruire. Tutto ciò di cui hai bisogno è una ciotola piatta e una griglia, che metti nella ciotola. Nella ciotola, versare acqua dentro, in modo che la griglia sia coperta. Quindi metti l'orchidea e la fioriera (importante, perché la pianta non dovrebbe bagnarsi i piedi!).
A causa dell'aria calda di riscaldamento, l'acqua evapora gradualmente e l'umidità aumenta fino al livello richiesto direttamente sull'orchidea. A seconda della temperatura della stanza e della dimensione del davanzale della finestra, è necessario riempirla ogni pochi giorni, ma al più tardi ogni due o tre settimane. Invece di un reticolo possono, perline incidentalmente, espanse anche argilla (come per una cultura idroponica), e utilizzare invece un piatto piano all'altro, pentola due o tre numeri più grandi (inferiormente ad occupare pochi centimetri di spessore con l'argilla espansa). Questo sistema è particolarmente adatto per orchidee che dovrebbero essere un po 'più fredde - l'acqua evaporante raffredda le radici allo stesso tempo.
Suggerimento: La ciotola del davanzale deve essere pulita a fondo prima di ogni ricarica, altrimenti funghi e batteri si depositano lì dopo un po 'di tempo. Questi a loro volta possono avere effetti dannosi sia sulle vostre piante che su voi stessi (muffa!) Così come tutti gli animali domestici.

Scheda Video: .

© 2019 IT.Garden-Landscape.com. Tutti I Diritti Riservati. Durante La Copia Di Materiali - È Richiesto Il Collegamento Inverso | Mappa Del Sito