Mangia il rabarbaro crudo - è velenoso o no? Questo è da considerare


In Questo Articolo:

Mangia il rabarbaro crudo - è velenoso o no? Questo è da considerare: mangia

Ogni anno, la stagione del rabarbaro è accompagnata da un indice alzato di esperti della salute. È fortemente scoraggiato mangiare le barrette di frutta fruttate e aspre a causa dell'elevato contenuto di acido ossalico tossico. Abbiamo esaminato attentamente gli avvertimenti che rovinano il nostro appetito per il rabarbaro fresco e appena raccolto ogni anno. Questa guida getta luce su tutti gli amici di cibi crudi che si chiedono se il rabarbaro crudo sia velenoso o meno. Questo è importante da ricordare se ti piace mangiare i bastoncini rinfrescanti crudi.

Bassa tossicità - l'acido ossalico è chiamato il colpevole

Il rabarbaro non contiene solo preziose vitamine e sostanze nutritive. Allo stesso tempo, l'intera pianta scorre attraverso l'acido ossalico. Se l'acido della frutta tossico entra nell'organismo umano, ostacola l'assorbimento del ferro. Questo processo è preoccupante per una persona in buona salute in grandi quantità. Per i neonati e gli adulti reni e cuore-malati, tuttavia, è un rischio per la salute anche dopo il consumo di una piccola dose di acido ossalico. In primo luogo, i medici avvertono che in casi gravi possono verificarsi danni ai reni e al cuore, che portano alla paralisi e all'arresto cardiaco.
In una valutazione superficiale, questa circostanza appare drammatica. Infatti, l'acido ossalico danneggia la salute solo in quantità molto elevate e in condizioni speciali, raramente presenti:
  • Contenuto di acido ossalico in 100 grammi di rabarbaro fresco: da 180 a 765 milligrammi
  • Dose tossica per persone sane: da 600 milligrammi per chilogrammo di peso corporeo
Trasformato in un essere umano adulto, l'intuizione degli scienziati significa: Per essere avvelenato, una persona che pesa 60 chili deve mangiare vertiginosamente 36 chili di rabarbaro crudo.
Suggerimento: L'acido ossalico attacca lo smalto dei denti. Questo processo è degno di nota per la sensazione di peluria in bocca e lo smalto ruvido quando si consuma il rabarbaro crudo o cotto. Si prega di non lavarsi i denti immediatamente, attendere almeno 30 minuti. In caso contrario, lo smalto dei denti viene ulteriormente danneggiato dallo spazzolino.

Mangiare foglie è proibito

Nelle foglie di una pianta di rabarbaro è l'acido ossalico nella massima concentrazione. Con un massimo di 520 milligrammi per 100 grammi di peso fogliare, questa elevata concentrazione di tossine è addirittura preoccupante per gli adulti sani. Quindi limita il tuo divertimento al rabarbaro alle aste verdi o rosse. Taglia immediatamente le foglie e gettale sul compost. Questa rinuncia è facile, perché l'alto contenuto di acido ossalico dona alle foglie della pianta un sapore amaro e molto sgradevole.

L'acido ossalico limita il consumo crudo

Cibo crudo al rabarbaro?

Completamente chiaro per il consumo di rabarbaro crudo non può essere dato anche per l'adulto sano. Non c'è niente di sbagliato nello scricchiolare una o due barrette fresche dal letto. Inoltre, il consumo crudo non dovrebbe andare in un giorno. Nell'organismo, l'acido ossalico si combina con il calcio del corpo stesso per formare cristalli. Questi si accumulano in proporzione alla quantità di rabarbaro crudo che mangi. Prima o poi, i calcoli renali o vescicali possono formarsi dalla quantità depositata anche in persone sane. Chiunque stia già lottando con questa sofferenza dovrebbe astenersi rigorosamente dal mangiare le barrette aspre di verdure crude.

Il peeling riduce la concentrazione tossica

Le bucce lisce segnalano il rabarbaro maturo. Ora la tentazione è grande, proprio nel letto a mangiare le prime bacchette crude. In caso di dubbi sull'acido ossalico contenuto, rimuovere i vassoi. Il contenuto di tossina nella polpa è molto inferiore rispetto a vassoi e foglie. Inoltre, i buongustai consigliano di consumare il rabarbaro senza buccia. Come farlo bene:
  • Tagliare barre con un guscio liscio nel letto vicino al terreno
  • Taglia le foglie e getta sul compost
  • Pulire i gambi di rabarbaro sotto l'acqua corrente o pulire con un panno umido
  • Afferrare la ciotola da un lato con il coltello da cucina e staccarla lentamente
A titolo di eccezione, le varietà di rabarbaro a gambo rosso possono essere consumate crude in aprile e maggio, insieme al guscio delicato, perché contengono poco acido ossalico all'inizio della stagione del raccolto. Le varietà a gambo verde sono generalmente pelate perché hanno un contenuto di tossine più elevato per tutta la stagione.

Nessuna relazione tra fiori e contenuto di acido ossalico

Fiore di rabarbaro

Le piante di rabarbaro piantano il loro magnifico vestito floreale in aprile o maggio, facendo circolare ogni anno nuove voci sul rapporto tra fiori e acido ossalico. Testardamente, l'errore rimane, parallelamente al progresso della fioritura aumentare la concentrazione di acido ossalico. Gli scienziati hanno credibilmente confutato questa tesi. Goditi i bei fiori e non può essere ridotto dalla convinzione sbagliata, il tempo di raccolta già molto breve.
Suggerimento: Il rabarbaro cotto perde molto del suo acido ossalico.Idealmente, servire le verdure fruttate in combinazione con budino alla vaniglia o altri prodotti caseari. Il calcio contenuto in esso trasforma i residui residui di acido ossalico in ossalato di calcio insolubile, che viene escreto nel modo normale.

Da giugno, non mangiare crudo o cotto

Il rabarbaro si chiude il 24 giugno, il giorno di San Giovanni, la finestra temporale del raccolto. Questo è raccomandato per diversi motivi. Il contenuto di acido ossalico è principalmente cumulativo in proporzione al corso del periodo di vegetazione. All'inizio della stagione del raccolto, i gambi di rabarbaro sbucciati e crudi contengono solo una piccola quantità di acido di frutta. Con il progredire della crescita e della stagione, aumenta il livello di preoccupazione. Dalla fine di giugno, il consumo di rabarbaro è crudo e cotto anche per i sani adulti rischiosi.
Suggerimento: I giardinieri domestici con la propria coltivazione di rabarbaro saranno raccolti alla fine di giugno per motivi culturali e tecnici. Fino all'inizio dell'inverno dare alle piante l'opportunità di rigenerarsi sufficientemente. Senza questa fase di crescita indisturbata, la potente perenne perde il suo potere di guadagno.
conclusione
Gli adulti sani sono liberi di mangiare uno o due gambi di rabarbaro crudi durante il giorno. Se il desiderio per il corroborante e aspro frutto non è soddisfatto, le verdure dovrebbero essere cotte. I bambini piccoli e gli adulti malati si astengono costantemente dal mangiare crudo. La pianta contiene abbondante acido ossalico, che in grandi quantità può inibire l'assorbimento del ferro, causare calcoli ai reni e alla vescica e persino danneggiare il cuore. Inoltre, l'acido della frutta attacca lo smalto in modo aggressivo. Come parte della preparazione con acqua bollente, l'acido della frutta si dissolve principalmente. Questo è almeno il tempo di raccolta consigliato da maggio a fine giugno. Al giorno di San Giovanni, in bastoncini di rabarbaro crudi e cotti, si è accumulato un livello critico di acido ossalico tossico, rendendo il mangiare in qualsiasi forma un rischio per la salute.

Scheda Video: .

© 2019 IT.Garden-Landscape.com. Tutti I Diritti Riservati. Durante La Copia Di Materiali - È Richiesto Il Collegamento Inverso | Mappa Del Sito