Collettore solare - struttura e funzione


In Questo Articolo:

Collettore solare - struttura e funzione

Un collezionista è un "catcher and collector". Colleziona la "collezione". Un collettore solare cattura quindi il sole e raccoglie la sua energia. Ma un collezionista solare non è pignolo.
Vale a dire, egli raccoglie un intero spettro di frequenze dei raggi del sole, al fine di convertirle in Stralung a onde lunghe. Questa radiazione a onde lunghe è il calore.
Funzione di un collettore solare
Prima di tutto, lascia che i raggi colpiscano l'assorbitore attraverso una superficie trasparente (vetro). A seconda della struttura superficiale, converte la lunghezza d'onda della radiazione. In modo che le onde più lunghe, il calore, non sfugga di nuovo, il collettore è isolato su tutti gli altri lati. Il vetro, che non passa attraverso lunghezze d'onda così lunghe, impedisce anche alla "collezione" di sfuggire al collezionista. Idealmente, c'è un vuoto tra la superficie del vetro e l'assorbitore. Questo elimina quasi completamente la perdita di calore. Le condotte a medio carico assorbono il calore e lo trasportano alla destinazione d'uso.
Quali tipi di assorbitori ci sono?
Gli assorbitori più economici sono installati nei collettori piani. Piccoli fili di rame passano attraverso il collettore davanti a una superficie nera. Mentre il mezzo solare passa attraverso i tubi, viene riscaldato in questo modo dal calore della superficie piatta. I collettori piani hanno un'ampia superficie. I raggi non necessariamente colpiscono perpendicolarmente. L'efficienza è ma perpendicolare al sole
meglio sdraiato I collettori piani sono disponibili nella versione con o senza vuoto.
I tubi assorbitori hanno un tubo come assorbitore. Questo può essere trasferito direttamente o emanare calore attraverso uno scambiatore di calore nella parte superiore del collettore.
Attraverso il tubo, un vuoto può essere mantenuto molto bene. Pertanto, i collettori tubolari vengono spesso utilizzati nei collettori a tubi sottovuoto. I collettori a tubi sottovuoto hanno fogli metallici parabolici piegati sul lato inferiore, che riflettono i raggi del sole sull'assorbitore, a seconda dell'angolo di incidenza. L'efficienza aumenta notevolmente.
Se non si utilizza un mezzo liquido, ma si utilizza un mezzo gassoso per il riscaldamento o la rimozione del calore dal collettore, si parla di assorbitori d'aria. Che questi non siano gestiti con il vuoto è evidente. Gli assorbitori d'aria sono spesso usati per locali ad alta quota. Possono essere integrati nella facciata con un'architettura sapiente. Questa soluzione è estremamente rara.
Funzione dei collezionisti
I collettori concentratori dirigono la radiazione su un tubo assorbitore attraverso un grande specchio parabolico. Questa tecnica è utilizzata in applicazioni industriali per il funzionamento di processi a vapore e simili. In questo modo, l'elettricità per diverse decine di migliaia di famiglie viene già prodotta nelle regioni soleggiate. Questo tipo di collettore è fondamentalmente diverso nella struttura dal fotovoltaico e quindi non può essere paragonato ad esso.
Di che colore hanno i pannelli solari?
Se indossiamo una maglietta nera e stiamo in piedi al sole, sappiamo che in questo modo l'energia solare può essere ben assorbita. Si parla di assorbimento. Pertanto, i primi pannelli solari erano piuttosto neri. Tuttavia, il calore viene rilasciato di nuovo. Questa emissione può essere ottimizzata. I pannelli solari più moderni rilucono quindi piuttosto bluastre. Questi rivestimenti hanno il vantaggio che essi - simili al rivestimento nero - assorbono bene la radiazione, ma hanno anche una minore emissione di calore. In tal modo aumenta la densità di potenza dei collettori.

Scheda Video: Impianto solare, riempimento e messa in funzione.

© 2019 IT.Garden-Landscape.com. Tutti I Diritti Riservati. Durante La Copia Di Materiali - È Richiesto Il Collegamento Inverso | Mappa Del Sito